5_Il_massacro_del_Guyana
Descrizione:

Il film si apre con un sermone del rev. Johnson presso la sede del Tempio del Popolo negli Stati Uniti. Dopo un lungo discorso sui mali della società moderna (che spiega allo spettatore gli scopi e gli intendimenti del Tempio), annuncia di aver raggiunto un accordo col governo socialista della Guyana, che ha concesso un vasto appezzamento di terreno per costruire un progetto agricolo, una sorta di paradiso in terra per la comunità.

La vita di Johnsontown si rivela per contro tutt’altro che paradisiaca. Le oltre 900 persone della comunità devono subire i lunghi ed estenuanti sermoni di Johnson, ed in più sono costrette a lavorare fino a 16 ore al giorno, sotto un sole cocente, in cambio di un misero piatto di riso. Qualsiasi disobbedienza, o violazione delle regole, è sanzionata con tremende punizioni, che non risparmiano nemmeno i bambini più piccoli.

Tempo dopo il giovane Paul, inseguito dalle autorità, cerca riparo al castello e scompare. Suo fratello Albert e la fidanzata di questi, Sara, vanno a cercarlo e cadono prigionieri nel castello. Il servo Klove è affascinato da Sara e li aiuta a fuggire. Ma, rifugiatisi nella chiesa del villaggio, Albert torna al castello per scoprire che fine abbia fatto Paul.

Il massacro del Guyana