39_Marebito
Descrizione:

Tokyo: Masuoka, un cameraman freelance sofferente di depressione, rimane folgorato da un video trasmesso in tv, in cui un uomo si suicida nella metropolitana, davanti a decine di persone. Masuoka nota come gli occhi della vittima, un istante prima di togliersi la vita, riflettano una sensazione di terrore puro, la paura che colpisce chi sa di stare per morire. Il desiderio ossessivo di saperne di più su questa paura convince Masuoka a ispezionare la labirintica zona sotterranea della città, abitata, secondo alcune voci, dai Dero, mostruose creature mitologiche.

Masuoka, spintosi negli anfratti più nascosti e profondi di questa zona, trova in una caverna una ragazza nuda, incapace di parlare. Masuoka decide di portarla a casa sua dandole il nome di F. Passano i giorni ma F dorme per quasi tutto il tempo e non cammina, se non a carponi come un animale e soprattutto non mangia; il suo unico nutrimento è il sangue e Masuoka lo scopre dopo essersi tagliato accidentalmente sotto gli occhi di F. Comincia così a procurarle sangue di animale, per molti giorni e sempre in maggiori quantità, finché F. smette nuovamente di mangiare; il sangue di topi ed altri piccoli animali non la soddisfa più. È il sangue umano di cui ormai ha bisogno e Masuoka, quasi sottomesso, ipnotizzato da F, glielo procura, uccidendo e dissanguando donne.

Marebito